Il Tao.

La conoscenza degli altri è intelligenza, la conoscenza di sé stessi è illuminazione. La conquista degli altri è potere, la conquista di se stessi è forza. Conosci ciò che è abbastanza e sarai ricco. Essere sufficienti per se stessi è la vera ricchezza. Governare se stessi è il vero carattere. Persevera e svilupperai la volontà. Rimani al centro e sarai sempre a casa. Muori senza morire e vivrai per sempre.
Tao te ching.

Questa mattina ho trovato questa frase. Passiamo la vita credendo che stiamo ampliando e approfondendo la conoscenza di noi stessi ma sono tutte sovrastrutture mentali perchè è proprio quel “passare la vita”, mentre facciamo da mangiare, parliamo, la quotidianità tutta. E’ quella la conoscenza di noi stessi. E’ lì la realtà che costruiamo, fuori e dentro di noi. Semplicissimo. Difficile da percepire e comprendere. Caduco come il rosso dei petali del papavero se li desideri cogliere. Più facili i pensieri che codificano ciò che  diventa tangibile. L’osservazione è l’unica cosa che possiamo esercitare sempre ed è quella che ci offre sempre doni gratuiti, ma preferiamo internet: la perfetta illusione della gratuità.