Se potessimo vederci..

Se potessimo vederci… Poi fu come se all’improvviso avessi visto la bellezza segreta del loro cuore, la profondità del loro cuore dove non poteva arrivare né peccato né desiderio né conoscenza di sé, il nucleo della loro realtà, la persona che ognuno è agli occhi del Divino. Se soltanto potessero vedersi tutti come sono realmente! Se solo noi potessimo vederci a vicenda in quel modo, tutto il tempo! Non ci sarebbe più guerra, non ci sarebbe più odio, più crudeltà, più avidità… Penso che il grande problema sarebbe che cadremmo in ginocchio a venerarci l’un l’altro.
(Thomas Merton)

Durante un ritiro di meditazione tutto affiora in superficie, l’intolleranza per prima se si arriva dopo avventure di fretta e furia quotidiane. Poi, così mi pare, ben pochi non escono amorevoli e accoglienti verso gli altri. Se potessimo vederci così sempre, per quel che siamo, per le tante uguaglianze che dovrebbero renderci solidali anche per le piccole cose. Come dice Merton: Il grande problema è che cadremmo in ginocchio a venerarci l’un l’altro perchè nell’altro vedremmo come siamo noi stessi meravigliosi. Non è questione di altruismo è questione di un vero rispecchiamento.

“Gli altri possono darti un nome o un numero, ma non possono mai dirti chi tu realmente sei. Quello è qualcosa che puoi scoprire solo tu stesso dal tuo interno.” 
T.M.

Mi permetto una poesiola. per questa bella giornata che è iniziata con Thomas Merton.

Meditazione

S’impara lentamente

a non aver paura.

Porta nel cuore

lieve tranquillità,

dona la capacità di

accogliere serenamente

tutto ciò che avviene.

Tante cose

diventano futili.

Altre ridicole

e    l’anno passato terrorizzavano.

Annusi la leggerezza della vita.

Tutto ciò che ci circonda

é pura illusione.

Dolore, sofferenza sono l’inconsistente.

Fili ingarbugliati della mente.

Abbiamo la felicità dietro l’angolo.

Non lo sappiamo

finché moriamo.

Courtenay 2002

Ringrazio il mio primo Maestro: D.Maiocco.