Per restare freschi come fiori…

Per restare freschi come fiori, dobbiamo imparare come fermare preoccupazioni, ansie, inquietudini e tristezze, in modo da ritrovare pace e felicità e tornare a sorridere.
Quando le cose non vanno bene, è bene fermarsi, per impedire alle energie sgradevoli e distruttive di continuare.
Fermarsi non significa reprimersi; significa, in primo luogo, calmarsi.
Se vogliamo che l’oceano stia calmo, non ne buttiamo via l’acqua.
Tolta l’acqua, non rimarrebbe nessun oceano.
Quando notiamo in noi la presenza di rabbia, paura e agitazione,
non dobbiamo buttarle via. Dobbiamo soltanto inspirare ed espirare
coscientemente e ciò basta a calmare la tempesta.
Ma non dobbiamo aspettare la tempesta per cominciare ad esercitarci.
Quando non stiamo soffrendo, il respiro cosciente ci farà sentire meravigliosi,
e questo è il modo migliore per prepararsi ad occuparsi delle difficoltà quando insorgono.
(Thich Nhat Hanh)

Ieri la mia mostra, in una banca privata importante,  con i miei collages di Fiori. Ho esposto 67 lavori. Sono piaciuti.

Peccato che nessuno abbia fatto una foto ricordo. Non sono adatta per i Social. Questo è un fatto.

L’immagine è  una delle 15 salette dei private bankers dove ho arredato le pareti con i miei fiori. Molto apprezzati: portano serenità.

Qui sotto il sontuoso rinfresco.

IMG_0114