Lady Diana.

Ho visto un documentario che raccontava lady Diana Spencer. Oggi ho letto del matrimonio mediatico dei Ferragnez. Pensavo all’immensa differenza  nonostante la quasi stessa popolarità. Per il matrimonio, c’era scritto su qualche giornale, avevano indetto  una loro campagna per una raccolta di fondi a favore di qualcosa che  ha fruttato solo 23.000 e rotti €! Nulla! Nonostante i 20 milioni di followers che ha la coppia! La riprova, ennesima , che questi due poveretti sono veramente un niente. Il fotoromanzo on-line della storia tra una Barbie e un Ken che al di là di essere la perfetta personificazione della perfezione richiesta dal sistema come non – pensanti/non – pesanti, non comunicano nulla che potrebbe sensibilizzare la massa riguardo a qualsiasi problematica del Mondo. oggetti di piacere effimero ben pagati per essere guardati e basta.

Esattamente l’opposto di Lady Diana che, compreso il suo enorme impatto mediatico, non ha fatto altro che andare in giro per sensibilizzare il pianeta rispetto ai problemi più grandi e importanti per tuti i popoli. Lady Diana aveva una carica umana unica, intelligenza umiltà  e generosità. Una donna eccezionale. Quanto avrebbe fruttato una richiesta di Lady D. per una donazione? 20 milioni di followers sicuramente venti milioni di Euro. Almeno. L’intelligenza e l’altruismo sono qualità rare.

Oggi l’egoismo, con un interesse per il prossimo ridotto ai minimi termini è imperante. La giovane e stra- remunerata coppia, magari tra poco sarà riprodotta dalla Mattel.Mica male per i diritti. Sono contenta che siano felici nel loro amore stupendo. Loro in sè non mi interessano particolarmente. Mi interessa il meccanismo e mi fa paura come la gente non si renda conto che rincorrono immagini. Rifuggono la realtà grazie a questi prodotti del web-system. Si raccontano la storia di altri e si dilatano in sogni perpetui. Già, perchè se fosse la favola del momento andrebbe bene come distrazione ma questa favola è quotidiana. Soddisfa tutti i giorni una voglia di felicità impossibile. Quanti di questi giovani ( immagino/ ipotizzo che siano tutti giovani e giovanissimi) aprono i social la mattina e vanno a vedere come ha dormito questo o quello? Io vorrei sperare che un giorno questi personaggi nella loro favoletta riusciranno ad introdurre, sperando siano davvero intelligenti, empatici e sensibili, qualche senso in più, qualche valore in più e magari una vera carica umanitaria facendo diventare il loro obiettivo un pò meno egoriferito –  non il numero sempre maggiore di followers –  ma la somma delle donazioni ottenute per quella o quell’altra causa che  di volta in volta potrebbero scegliere.

3 risposte a "Lady Diana."

  1. joseph pastore MAKER ha detto:

    Fosse per me sta gente farebbe la fame e non credo che il problema sia l’ invidia. Il tipo ha iniziato la china quando ha cantato di comunisti con il rolex. S’è scavato la fossa quando, non contento, ha cantato: “compreremo un altro esame…”. Quest’anno arriva a dire: “l’idea del lavoro nemmeno ci sfiora..”. Ora penso si debba e si possa essere liberi di vivere d’effimero e persino di venderlo ai gonzi. Quello che non tollero é il calpestio degli ideali, dell’impegno e della fatica anche dell’ultimo fuori corso o operaio.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.